Biometano - l'Italia semplifica le procedure

Biometano - l'Italia semplifica le procedure

La legislazione sul biometano in Italia rende più semplice usufruire il tuo impianto di biogas.

Autore: Valter Toccafondi

Invece che energia elettrica ora si può anche produrre biometano tramite l’upgrading di biogas direttamente dal tuo impianto.
Il biometano è un’alternativa pulita al metano usato nel trasporto per veicoli leggeri e pesanti e il suo sviluppo è ora sostenuto dal Governo Italiano.

Il decreto è stato pensato per i produttori che investono in infrastrutture di upgrading e che generano biogas a partire da liquami zootecnici, bio-masse da colture dedicate, fanghi di depurazione, frazione organica di RU, residui agricoli, rifiuti dell’industria agroalimentare.

Il decreto Biometano, del 2 Marzo 2018, ne promuove la produzione per incrementare la percentuale di biocarburanti utilizzati nel settore trasporti in Italia. Produrlo diventa molto interessante perché, una volta che l’installazione è operativa con qualificata del GSE, l’allocazione dei CIC non è soggetta a limiti di tempo ma rimane valida fino a quando la quota di biocarburanti resta obbligatoria.

Biometano, l'Italia semplifica le procedure

Con questo supporto produttivo per il lungo termine e con un ampio mercato di veicoli da soddisfare, produrre biometano in Italia non solo è economicamente vantaggioso ma contribuirà in modo considerevolmente ad aumentare la sostenibilità dei trasporti.
Inoltre, gli impianti esistenti a biogas che vogliono convertire la produzione di biogas in biometano possono usufruire di un doppio incentivo durante il periodo di conversione e preservare l’incentivo sull’elettricità fino al 70% della produzione annua.

Nel caso non si abbia disponibilità o interesse ad iniettarlo in rete, si può anche optare per la compressione o la liquefazione dello stesso, i cui costi infrastrutturali verranno coperti con una maggiorazione del 20% sui certificati di immissione e quindi trasportati ai punti di consegna.

Un sistema di upgrading separa il biometano dalla CO2 attraverso la tecnologia a membrane con alti livelli di efficienza e purezza.

Per il suo funzionamento il sistema richiede l’apporto di un piccolo contributo energetico, non richiede l’utilizzo di solventi chimici, e può far pervenire risorse aggiuntive tramite la liquefazione della CO2.

L’installazione di upgrading può essere posta nelle immediate vicinanze dell’impianto di biogas e l’output di biometano iniettato nella rete di gas naturale o compresso sotto forma di GNC.

 

Biometano - l'Italia semplifica le procedure

Il presente sito ha carattere amatoriale e non costituisce per definizione una effettiva fonte di notizie e informazioni a carattere periodico e ricorrente.
Marchi, loghi ed immagini presenti sul sito, se non diversamente specificato, appartengono ai rispettivi proprietari e di chi ne detiene i diritti ovvero da un link al sito del proprietario.